Libro: Atteggiamenti mentali e azioni per il successo

| More
Atteggiamenti mentali e azioni per il successo Atteggiamenti mentali e azioni per il successo. Come trasformare le ambizioni personali e professionali in risultati. Claudio Scalco e Gianluca Gambirasio, FrancoAngeli 2012  

 

Libro

 

 

E-book "Atteggiamenti mentali e azioni per il successo"

Se invece del libro, preferisci comprare l'e-book "Atteggiamenti mentali e azioni per il successo": acquista l'e-book.

Atteggiamenti mentali e azioni per il successo scarica gratuitamente una sintesi di 10 pagine del libro >>

Indice

Gli autori

Introduzione
La banca delle idee

1. Successo, comfort zone e il nostro cervello
Cosa significa essere una persona di successo?
Citazioni ed aforismi sull'avere successo
Altre citazioni ed aforismi per riflettere
La comfort zone: vivere con il pilota automatico inserito
I rischi della comfort zone
Mediocrità ed eccellenza
Il nostro cervello
Prendersi cura del nostro cervello
La forza dell'inconscio
Come dialogare con il nostro cervello
Preparazione mentale: mental training
Ipotecare il successo.

2. Gli atteggiamenti mentali per il successo
Eliminare gli alibi: "faber est suae quisque fortunae"
Il controllo degli eventi interno od esterno
Sviluppare una visione positiva
Non aver la paura di morire ma aver la Gioia di Vivere
Combattere stress ed ansia
Facciamo chiarezza: stressor, stress, eustress e distress
I segnali del distress
Contrastare il distress
Limitare l'ansia
Non è un insuccesso ma è un risultato
Il giusto mix di autostima e umiltà
Accontentarsi di poco, impegnarsi molto: sviluppare una gioia diffusa

3. Le azioni (comportamenti) per il successo
Svolgere il proprio lavoro con soddisfazione
Gestire al meglio il tempo lavorativo e non
Pianificare non significa sognare
Definire gli obiettivi e i risultati da raggiungere
I risultati di un anno sono la somma dei risultati di ogni giorno
Andare a caccia di problemi: giocare d'anticipo
Allenare il muscolo della creatività
Non fare debiti: scegliere di lavorare è meglio di dover lavorare

4. Piano personale di miglioramento
Sviluppare un piano personale di miglioramento

Bibliografia



Introduzione

«Everest Express non riuscì a raggiungere la vetta dell'Everest. Ma noi, noi avevamo avuto successo? Decidete voi. Io credo che il successo sia qualcosa di personale, diverso da individuo a individuo, non dovrebbe essere decretato da ciò che la società pensa. Se tenteremo di vivere secondo parametri dettati da altri, non potremo mai sentirci soddisfatti, pensare di aver avuto successo: qualcun altro sarà sempre più ricco, più bello, più dotato, più forte, o avrà avuto più successo di noi. Noi eravamo convinti di aver avuto successo, come persone e come squadra». Jim Hayhurst

Il cervello è stato anche definito il servomeccanismo più complesso che l'uomo conosce. Questo servomeccanismo è quello che usiamo per raggiungere i nostri obiettivi e realizzare i nostri desideri.
Se impariamo a usarlo in maniera più corretta, cioè più mirata, otteniamo risultati migliori. Imparare a usarlo significa per esempio sapere quali comandi impartire e come impartirli.
Il cervello è un servomeccanismo e come tale comunica in "cibernetico", cioè un linguaggio molto simile a quello che usiamo per le macchine:

  • Non riconosce la particella negativa "no" e "non": per questo quando ci poniamo gli obiettivi dobbiamo farlo sempre in positivo: "non voglio un lavoro noioso" è sbagliato, dobbiamo invece dire "voglio fare un lavoro che mi diverta".
  • E' letterale, cioè prende alla lettera quello che gli diciamo senza discutere, senza criticare, senza ridere o dispiacersi. Se ci diciamo frasi del tipo "penso di essere veramente brutto", il nostro inconscio non ci dice "Io non sono d'accordo!", oppure "Ma come ti è venuta questa idea!
  • Non fa differenza tra un'esperienza realmente vissuta e una vividamente immaginata: quante volte al cinema vi siete spaventati per una scena che non aveva nulla di reale?
  • Non ha il senso del tempo: pensate a qualcosa di bello del passato, come vi sentite? Bene, certo, eppure non sta accadendo adesso.
  • Vuole sempre dare una spiegazione a tutto, qualsiasi situazione, sensazione, immagine, suono, profumo, sapore, contatto, ecc.: mentre camminate per strada, in autobus, al bar o in banca, prestate attenzione all'incessante lavorio della vostra mente.

Le nostre credenze (convinzioni che abbiamo senza una prova scientifica) diventano "profezie" di quello che ci accadrà.
Essere convinti che una certa cosa accadrà, che è possibile, che siamo in grado di farla o di ottenerla, farà in modo che vedremo ogni avvenimento come una conferma della nostra convinzione: e questo rinforzerà la nostra fiducia, la nostra motivazione, l'energia, l'autostima, la soddisfazione.

La preparazione mentale è fondamentale, e rappresenta il presupposto per il successo. Cosa significa esattamente "preparazione mentale" o "mental training"?
In parole molto semplici significa "dare al nostro cervello i comandi e le suggestione corrette in funzione di quello che vogliamo ottenere".
"Se inviamo istruzioni dirette al nostro inconscio, esso si incaricherà di aiutarci a indirizzare la nostra vita verso situazioni migliori". Milton Erickson

In questo libro analizzeremo gli atteggiamenti mentali per il successo:

  • Eliminare gli alibi: "faber est suae quisque fortunae"
  • Sviluppare una visione positiva
  • Non aver la paura di morire ma aver la Gioia di Vivere
  • Combattere stress ed ansia
  • Non è un insuccesso ma è un risultato
  • Il giusto mix di autostima e umiltà
  • Accontentarsi di poco, impegnarsi molto: sviluppare una gioia diffusa

E le azioni (comportamenti) per il successo

  • Svolgere il proprio lavoro con soddisfazione
  • Gestire al meglio il tempo lavorativo e non
  • Pianificare non significa sognare
  • Definire gli obiettivi e i risultati da raggiungere
  • I risultati di un anno sono la somma dei risultati di ogni giorno
  • Andare a caccia di problemi: giocare d'anticipo
  • Allenare il muscolo della creatività
  • Non fare debiti: scegliere di lavorare è meglio di dover lavorare

Gianluca Gambirasio - Claudio Scalco

Contattaci per ulteriori informazioni >>

Contattaci >>

Copyright© 2016 - Olympos Group srl: formazione aziendale e consulenza
Sede legale: Via XXV aprile, 40 - 24030 Brembate di Sopra (BG)
Sedi operative: Via Madonna della Neve, 2/1 - 24021 Albino (BG) - SS 300 del Passo Gavia, 24 - 25056 Ponte di Legno (BS)
N.REA 348181 - CF, P.I. 03083810162 - Tel. +39 0357758070 - Fax 1786054267 - customer.service@olympos.it - informativa privacy