Metafora: Radici

montagne

All'interno dell' E-SHOP online puoi effettuare il download delle dispense dei nostri corsi di formazione e di numerosi altri materiali didattici.

Sulla cresta dell’onda, una giovane goccia d’acqua arrivò in vista della riva del mare. Era una riva rocciosa, scoscesa. Un vecchio albero si protendeva sull’acqua, scuotendo al vento le foglie.
- Non mi cadrai addosso! Disse la goccia all’albero.
- Non temere, rispose l’albero. Ho radici ben solide, mi tengono.
- Radici, sbuffò la goccia. Chiamale piuttosto le tue catene. Tacque solo un attimo e riprese: che stanchezza! Sono giovane ma ho già corso mezzo mondo.
- Tu da quanti anni sei qui?
- Ottanta, rispose l’albero, più o meno.

- E non ti annoia startene immobile a guardare sempre le stesse cose?
- Non sono mai le stesse cose, disse l’albero. C’è il giorno e c’è la notte, c’è il bel tempo e c’è il malo tempo, c’è l’estate e c’è l’inverno. Le cose non sono mai le stesse.
-.Oh, per me, disse la goccia, mi sentirei morire a star ferma in un posto, inchiodata.
L’albero tacque.
- Sai che stavo per finire in bocca a un delfino? Disse la goccia. Tu hai mai visto un delfino?
- No, rispose l’albero.
- Ci avrei giurato. Che ne sai tu dei pericoli della vita! Pensa: in mare aperto, una petroliera mi ha sfiorato. Un pelo, mancava un pelo, stava per tagliarmi in due. L’hai mai vista una petroliera tu?
- Forse, azzardò l’albero. Una volta mi è sembrato di vederne una al largo. Lasciò una fetida chiazza nera. Vennero degli
uomini, dissero che era petrolio, che una petroliera doveva aver lavato i serbatoi in mare.
- Via, confessa, non sai niente del mondo, rise la goccia. Potresti lasciarti cadere, vagare un po’ a casaccio: il mare tutto porta.
- Per lasciarmi cadere, obiettò l’albero, dovrei tagliare le radici. Mi sentirei morire se perdessi le radici.
- Oh le radici! Gorgogliò la goccia. Tientele, se ti fa piacere, le tue radici. Quanto a me, preferisco non averne, e andare libera per il mondo.
- L’albero non parlò. Aveva un’aria malinconica. La gocciolina ridacchiò. Fu allora che l’onda la depose su uno scoglio, e si ritirò.
- Un po’ di riposo, finalmente! Sospirò la goccia.
- Non avevi detto che non volevi fermarti? Domandò l’albero.
- Oh, ma è un attimo. Ora il mare mi riprenderà con sé.
- L’albero tacque. Era un bel giorno d’estate, il sole ardeva sulla roccia nuda. La gocciolina si sentì stordire, le sembrò di venir meno, di disfarsi a poco a poco.
Un attimo dopo l’albero scosse le foglie al vento.
Sullo scoglio scintillava, silenzioso, un bianchissimo cerchietto di sale

Bianca Stancarelli
(giornalista e scrittrice

Formazione aziendale e formazione interaziendale:

Sfoglia il catalogo formazione interaziendale suddiviso in: formazione commerciale, formazione marketing, formazione manageriale, formazione telemarketing, formazione formatori, formazione finanziata e formazione sviluppo personale. Oltre 100 corsi di formazione pratici ed efficaci.

Contattaci >>

20

+

anni di esperienza

50

+

formatori

250

+

tipologie di corsi

500

+

aziende Clienti

7500

+

corsisti formati