Esercizio: per fortuna c’è la Crisi economica!

Essendo per natura un ottimista estremo, in quello che mi succede ogni giorno cerco sempre di trovare il lato positivo. Anche durante i corsi di formazione faccio spesso fare questo esercizio di allenamento: “La giornata sfortunata”
Trovi almeno dieci aspetti positivi alla seguente vicenda: “Come tutti i giorni, Mario Verdello si alza per andare a prendere l’autobus per recarsi al lavoro. Dopo un vana attesa di oltre mezz’ora decide di tornare a casa per prendere l’auto. La macchina non parte. Sale allora in casa per avvisare la moglie dell’accaduto e la scopre a letto con il suo migliore amico. A questo punto prende la bicicletta per recarsi al lavoro (15 km) dove arriva con un ritardo di oltre 2 ore e tutto trafelato. Quella mattinata era tra l’altro previsto un importante incontro con giornalisti provenienti da tutta Italia che è stato di conseguenza annullato all’ultimo minuto. Il suo capo è su tutte le furie e lo licenzia…”
Oggi voglio fare questo esercizio pensando agli aspetti positivi e alle opportunità della Crisi economica:
  1. rappresenta uno stimolo per le aziende per lavorare meglio rispetto alla concorrenza;
  2. l’inflazione è bassa;
  3. i tassi di interesse per chi ha un mutuo o un prestito sono scesi;
  4. chi deve cambiare lavoro ha l’opportunità di trovarne uno anche meglio di quello che aveva;
  5. molte persone hanno più tempo libero da dedicare agli hobby e/o alla propria famiglia;
  6. le aziende sono mediamente più attente nei confronti dei loro Clienti per il timore che scelgano la concorrenza;
  7. sia le aziende che le famiglie sono stimolate ad evitare sprechi
  8. viene incentivata e premiata la creatività delle persone e delle aziende
  9. ci sono meno camion sulle strade
  10. si impara ancor di più a non dare nulla per scontato
  11. una volta superata apprezzeremo ancor di più quanto abbiamo fatto per affrontarla
  12. nell’affrontare insieme agli altri le difficoltà si ha la possibilità di rinsaldare i veri rapporti interpersonali
  13. un argomento in più per discutere con gli amici al Bar e/o i Clienti in ufficio
  14. impegnandoci nel migliorare durante la Crisi saremo meglio pronti ed efficaci a cogliere le opportunità quando arriverà la ripresa
  15. se non ho più soldi, in futuro potrò solo migliorare
  16. per alcuni settori la Crisi offre una marea di lavoro: es. società di recupero crediti, avvocati, ecc.
  17. se penso a come si potrebbe sentire una persona della Sierra Leone mentre ascolta alla TV la gravissima crisi economica che sta coinvolgendo l’Italia forse dovrei sentirmi un privilegiato
  18. se il coniuge e/o partner ci lasciano perché siamo diventati dei poveracci, il prossimo potrebbe essere più bello e sicuramente con dei valori umani più sani
  19. molto meglio che accada una crisi economica rispetto ad un vero problema nella Vita di una persona
  20. nel momento del bisogno è forse più facile capire chi sono i nostri veri amici
  21. ma alla fine dei conti se consumo di meno devo essere per forza meno contento? Forse no…
  22. ma la felicità è una prerogativa solo delle nazioni e delle persone ricche?
  23. abbiamo il dono della Vita non è possibile sentirsi “poveri”
  24. la felicità delle Persone non si misura con il PIL (Prodotto Interno Lordo)
  25. ….
Quali altri vantaggi / aspetti positivi offre la crisi economica secondo te?
Condividi qualcosa di bello che ti è successo grazie alla Crisi economica.
P.S.: condivido Woody Allen quando dice «Se il denaro non può dare la felicità, figuriamoci la miseria» ma aggiungo che di sicuro la miseria non è la causa dell’infelicità delle persone. Per fortuna c’è la Crisi economica! 🙂

La crisi secondo Albert Einstein

einstein.jpg“Non possiamo  pretendere che  le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.
 La crisi è la più grande benedizione  per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla  notte oscura. E’ nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi  supera sé stesso senza essere ‘superato’.
Chi attribuisce alla crisi i suoi fallimenti e difficoltà, violenta il suo stesso talento e dà più valore ai problemi che alle soluzioni. La vera crisi, è la crisi dell’incompetenza. L’ inconveniente delle   persone e delle nazioni  è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie di uscita. Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non c’è merito. E’ nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perché senza crisi tutti i venti sono solo lievi brezze. Parlare di crisi significa incrementarla, e tacere nella crisi è esaltare il  conformismo. Invece, lavoriamo duro. Finiamola una volta per tutte con l’unica crisi pericolosa, che  è la tragedia di non voler lottare  per superarla.”
Albert Einstein