Corso di formazione: Valutazione credibilita' (1 g)

montagne

Corso di formazione Misurare la Customer satisfaction

Calendario corsi di formazione 2019:

29 gennaio 15 febbraio 13 marzo
2 aprile 21 maggio 4 giugno
12 luglio 28 agosto 27 settembre
16 ottobre 13 novembre 13 dicembre

Corso online Misurare la Customer satisfaction

 

Se non riesci a partecipare al corso in aula, puoi sempre partecipare al corso online >>

 

Premessa: Impara a valutare la credibilità del tuo interlocutore con metodo scientifico

Riuscire a capire se i nostri amici, familiari, colleghi di lavoro e partner ci stanno mentendo, è una competenza che la maggior parte delle persone crede di possedere già. Al contrario, studi scientifici mostrano che la nostra capacità di valutare correttamente la credibilità dei nostri interlocutori è scarsa. Un’analisi di centinaia di studi condotti a riguardo (Bond & DePaulo, 2006) ha difatti evidenziato che la nostra accuratezza si aggira attorno al 54%. Sebbene questo possa sembrare un buon risultato, è sufficiente pensare che lanciare una moneta e prendere la nostra decisione in base all'uscita di “testa o croce” porterebbe ad un'accuratezza del 50%: in poche parole dire che identifichiamo correttamente una persona come onesta o disonesta il 54% delle volte, equivale quasi a rispondere a caso.

D'altra parte, acquisire una tale competenza e la capacità di utilizzare quest'ultima in modo etico è un passo verso il miglioramento della nostra vita relazionale e lavorativa. In particolare, imparare a non accusare una persona come disonesta non può che ridurre il numero di conflitti ingiustificati e di opportunità perse. Allo stesso modo, identificando correttamente il livello di credibilità di un interlocutore in un incontro di negoziazione aziendale ci permette di capire fino a dove possiamo spingerci al fine di massimizzare il risultato finale.

Il primo passo verso il raggiungimento di questo obiettivo è quello di sfatare quei miti che non fanno altro che aumentare il numero di errori che commettiamo. Alcuni di questi sono stati diffusi da formatori, film e serie tv: movimenti degli occhi, segnali di scarico di tensione (movimenti delle spalle, piedi, mani), grattarsi il naso, mano in tasca, ecc. sono stati interpretati come segnali sicuri che la persona sta mentendo, quando in realtà non è presente nemmeno un singolo riscontro scientifico riguardo la loro efficacia.

Il secondo passo è quello di imparare quali sono realmente gli indizi scientificamente affidabili per valutare la credibilità delle persone e fare proprio il concetto di “insieme di indizi”, riducendo così l'abitudine di trarre conclusioni sulla base di un singolo segnale, sia esso verbale o non verbale.

Il terzo passo è quello di dare il giusto peso ad ogni canale comunicativo: stupirà molte persone scoprire che il contenuto verbale e le parole utilizzate sono molto più affidabili del linguaggio del corpo al fine di valutare la credibilità dei nostri interlocutori.

Infine, sarà importante guidare i partecipanti a fare un corretto uso delle competenze acquisite: infatti il rischio è che, pur sapendo quali indizi potrebbero essere espressione di una possibile menzogna, le decisioni che porteranno alla conclusione saranno basate su processi decisionali inefficaci. Da qui il titolo del corso “Valutazione della credibilità” invece di un più semplicistico “Scoprire chi mente”. Infatti, se cerchiamo solo indizi di menzogna potremmo finire per trovarla anche quando questa non c'è, affermando che il nostro interlocutore mente anche quando questo non è vero. In psicologia tali tipi di errori derivano da ciò che è chiamato “Bias di conferma”. L’obiettivo del nostro corso è quello di guidare le persone a sviluppare la competenza di valutare la credibilità dell’interlocutore all’interno del più ampio e complesso sistema di relazioni umane.

Solo questo permette reale efficacia nell’applicazione delle situazioni private, di lavoro, negoziazione e business.

Obiettivi:

  • Apprendere quali sono gli indizi affidabili per valutare la credibilità di una persona;
  • Fornire indicazioni sull'utilizzo etico delle informazioni acquisite;
  • Valutare gli indizi nel complesso e interpretarli correttamente;
  • Sviluppare reazioni adeguate in base della valutazione di credibilità dell’interlocutore.

Programma:

  • Apertura lavori e raccolta aspettative dei partecipanti al corso;
  • Sfatare i miti sulla menzogna;
  • Test: valutazione della credibilità (inizio corso);
  • Imparare a cogliere gli indizi sul livello di credibilità nei vari canali comunicativi:
    • Viso: espressioni facciali, microespressioni ed espressioni sottili;
    • Voce: il tono usato, il ritmo, le pause, il volume di chi parla;
    • Linguaggio del corpo: movimenti delle mani, del corpo e dei piedi, illustratori e “self-adaptors”;
    • Contenuto verbale: parole scelte, struttura del contenuto verbale, come i processi psicologici, percettivi, sensitivi e di memoria si rispecchiano nel linguaggio, scelta di pronomi, gergo utilizzato;
  • Imparare l'ascolto attivo e a prendere la propria decisione alla fine dell'interazione;
  • Imparare le giuste strategie decisionali, evitando i bias psicologici;
  • Imparare ad utilizzare in modo etico le competenze apprese;
  • Passare da una decisione dicotomica (è credibile vs. non è credibile) ad una più efficace decisione probabilistica (è probabile che sia credibile, è probabile che non sia credibile);
  • Apprendere le strategie di intervista:
    • utilizzo di domande che aumentano la possibilità di identificare correttamente il livello di credibilità dell'interlocutore;
    • tecniche emotive;
    • tecniche cognitive;
    • valutazione di credibilità del gruppo piuttosto che del singolo;
  • Raggiungere il massimo di accuratezza nella valutazione di credibilità;
  • Test: valutazione della credibilità (a fine corso).
  • Il Piano Personale di Miglioramento: costruire un piano d’azione concreto per lavorare sulle proprie aree di miglioramento individuate durante il corso di formazione:
    • cosa voglio continuare a fare?
    • Cosa voglio evitare?
    • Cosa voglio iniziare a fare?

DURANTE IL CORSO SARÀ POSSIBILE SPERIMENTARE:

  • esercizi e allenamento pratico per sviluppare la propria capacità di ascolto e osservazione non–giudicante;
  • TEST: “come utilizzi le tue nuove competenze?”;
  • esercizi guidati;
  • Role-Playing;
  • Allenamento di gruppo: simulazioni guidate con video riprese dei partecipanti per analizzare insieme gli indizi dai vari canali;

Download dispensa PDF del corso di formazione Valutazione credibilità:

Se non partecipi al corso di formazione puoi scaricare la dispensa del corso di formazione e altri materiali didattici: accedi alla sezione download >>

Dispensa pdf Customer satisfaction

Formatore:

Nicola Palena o un altro formatore senior Olympos Group srl

Metodologia di formazione:

Olympos Group si avvale di una metodologia interattiva e dinamica: i corsi tradizionali di formazione producono molte idee… ma non abbastanza azione. Non si può trasmettere l’azione che attraverso dei “laboratori / palestre” che coniughino dinamiche di gruppo e lavori individuali sulla “vita professionale reale”: i partecipanti non ascoltano e basta, devono lavorare attivamente. Leggi tutto >>

Sedi:

  • Milano (MI)
  • Ponte di Legno (BS) presso Olympos Group srl, Strada Statale del Passo Gavia, 24;
  • altre 10 sedi attivabili su richiesta (Bologna, Firenze, Genova, Napoli, Padova, Torino, Trento, Udine, Venezia e Verona) solo per iscrizioni multiple (2 o più persone della stessa azienda).

Quota d'iscrizione:

  • € 550 + IVA

Comprensiva di coffee break, pranzo di lavoro, attestato di frequenza e materiali didattici.

Massimo 8 partecipanti a garanzia dell'efficacia della formazione.

Orari: 9-13 ; 14-18.

Formazione interaziendale

 

Corso di formazione individuale intensivo:

Realizziamo questo corso di formazione anche in versione individuale full immersion.

Corso di formazione in house / residenziale:

Se vuoi puoi realizzare questo corso di formazione direttamente presso la tua azienda: contattaci per informazioni >>.

Follow up e/o supporto individuale post corso di formazione:

per noi il vero corso di formazione inizia con la fine del corso di formazione o dicendola alla Edison "Il valore di un'idea sta nel metterla in pratica"... Tutti i nostri corsi di formazione finiscono facendo compilare ad ogni partecipante un concreto piano d'azione individuale: cosa voglio continuare a fare? Cosa voglio iniziare a fare? Cosa voglio evitare di fare? Per supportare i partecipanti nel mettere in pratica quanto appreso durante il corso di formazione, offriamo anche un comodo servizio di consulenza / coaching individuale in teleconferenza via Skype.

20

+

anni di esperienza

50

+

formatori e consulenti aziendali senior

250

+

corsi in aula / online e team building a catalogo

500

+

aziende Clienti

15000

+

partecipanti