Corso
Automotivazione: Quello che ti serve e' gia' dentro di te

Corso di formazione

Corso di formazione 2021: online o in presenza


29 gen 12 feb 15 mar
9 apr 14 mag 18 giu
9 lug 27 ago 24 set
1 ott 5 nov 5 dic

 

Corso Automotivazione: quello che ti serve è già dentro di te

«Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione» - Henry Ford
«Tutto ciò che siamo è il risultato di ciò che abbiamo pensato» - Gautama Buddha
«Prima dí a te stesso cosa vorresti essere; poi fai ciò che devi fare.»- Epitteto
«Ci sono solo due modi di vivere la propria vita: uno come se niente fosse un miracolo; l'altro come se tutto fosse un miracolo» - Albert Einstein

La definizione delle motivazioni le identifica nelle loro caratteristiche con i bisogni che esse manifestano. Farne l’inventario significa fare l’inventario dei bisogni di cui l’uomo può essere il supporto. E’ quindi praticamente impossibile enumerare tutte le motivazioni esistenti ed è per ciò che ci accontenteremo di darne una classificazione generale con i principali bisogni corrispondenti.

Motivazioni primarie: hanno il loro fondamento nella natura stessa dell’uomo: essere materiale dotato di percezione e di bisogni corrispondenti.

Vi si distingue:

Motivazioni biogenetiche:

Sono le motivazioni risultanti dai bisogni organici o biologici innati che esistono presso tutti gli individui e che non dipendono dall’apprendimento:

  • bisogno di mangiare
  • bisogno di bere
  • bisogno di respirare
  • bisogno di dormire
  • bisogno di calore o di fresco
  • bisogni sessuali

Motivazioni cognitive:

Queste motivazioni risultano dai bisogni cognitivi (presenti in tutti gli individui) dei quali non si è potuto né determinare una base fisiologica precisa, né mettere in evidenza in modo chiaro il carattere innato o acquisito (vengono considerate come le motivazioni primarie):

  • bisogno di eccitazione sensoriale o di percezione
  • bisogno di esplorazione o manipolazione
  • bisogno di curiosità;
  • bisogno di vedere, di sentire, di chiarire o comprendere.

Motivazioni acquisite o secondarie:

Si parla di motivazioni acquisite o secondarie ogni volta che il comportamento non può venire spiegato in termini di motivazioni primarie. Queste motivazioni risultano da una trasformazione talvolta radicale di quelle primarie.

Esempio: vado a mangiare da amici, non per soddisfare un bisogno di nutrimento, ma per il gusto di stare insieme, per ritrovarci.

I bisogni acquisiti derivano da una sorta di esperienze vissute o trasmesse.

Il bisogno di un’automobile, di un certo standard di vita, di condizioni di lavoro gradevoli sono acquisiti con esperienze che si fanno nel corso di una vita nell’ambiente di ciascuno. Poiché l’uomo è portato ad ottenere sempre maggiori soddisfazioni sempre più gente acquisisce bisogni da soddisfare. Nella moltitudine delle motivazioni acquisite vi sono due categorie di motivazioni fondamentali presenti in ognuno di noi anche se assumono forme diverse per carattere ed intensità.

Le motivazioni psicogeniche:

Queste motivazioni si fondano su bisogni individuali, legati all’uomo, come essere vivente dotato di una vita psichica e organica. Sono legate alla personalità in quanto tale e ai tratti dell’individuo come singolo.

Esempi:

  • bisogno di superamento di se stesso
  • bisogno di progresso e di sviluppo
  • bisogno di tranquillità e conforto
  • bisogno di evasione, di vita intensa
  • bisogno di novità, d’imprevisti, d’avventura

Le motivazioni sociali:

E’ l’uomo essere sociale, che ne è il supporto. Si può distinguere ad esempio:

  • bisogno di contatti sociali
  • bisogno di affetto e di simpatia
  • bisogno di appartenere ad uno o più gruppi
  • bisogno di status sociale, di giocare un ruolo
  • bisogno di riuscita sociale
  • bisogno di salvare la faccia, di salvare il proprio amor proprio, di approvazione, di stima, di elogi, di onori
  • bisogno di sfida, di competizione
  • bisogno di potere, di potenza, di dominio

Motivazioni negative – la fuga dall’obiettivo:

Alcune teorie hanno dato ampio spazio alle motivazioni negative. Il principio fondamentale della teoria energetica di Freud afferma che il comportamento è mosso dalla tendenza dell’organismo a fuggire o a fermare l’accumulo di stimoli o di tensioni. Per lui, il punto di partenze dinamico del comportamento è la fuga dallo spiacevole più che non la ricerca del piacere.

Motivazioni negative: fuga dal dispiacere, dall’ansia, dalla paura.

Alcuni psicologi interpretano così tutte le motivazioni in termini di ansia. Così Brown (1953), ad esempio, ci spiega che il desiderio di denaro non è tanto la ricerca positiva di qualcosa che si ama possedere, ma piuttosto la fuga dall’ansia che l’uomo prova in mancanza di denaro. Diciamo che si può affrontare da due punti di vista opposti il problema e che lo stato attuale della scienza non permette di dire chi ha ragione e chi no, in tutto o in parte.

Obiettivi del corso:

  • Trasmettere conoscenze, strumenti, esperienze per migliorare la consapevolezza del proprio valore e unicità.
  • Aumentare il potere personale di scelta, implementare una visione proattiva della vita concentrata sulle soluzioni (piuttosto che sui problemi),
  • Imparare a porsi obiettivi «ben formati» e pianificare correttamente le azioni per il successo.
  • Indossare gli occhiali speciali e magici che trasformano la nostra visione della vita e ci aprono le porte ai doni della ri-conoscenza.

Programma del corso:

  • Apertura lavori e raccolta aspettative dei partecipanti al corso.
  • Cervello, caratteristiche, programmazione, linguaggio cbernetico, funzionamento, potenza operativa del servomeccanismo più sofisticato e complesso che oggi conosciamo.
  • I «tre cervelli» : capire in che modo e con quali priorità processiamo le esperienze della nostra vita.
  • La «confort zone», pregi e pericoli.
  • I tre cervelli, il ruolo predominante del «cervello rettile».
  • Il potere dell’immaginazione, tecniche per modificare stati d’animo poco produttivi o dannosi, per creare stati d’animo utili al raggiungimento dei risultati, per guarire dal passato e programmare un futuro luminoso, armonioso, emozionante.
  • Tecniche di rilassamento e visualizzazione, per ridurre lo stress, aumentare la concentrazione e la consapevolezza .
  • Credenze utili e credenze limitanti, come sfidare i pregiudizi su noi stessi e sul mondo per dilatare la mappa della realtà in cui viviamo.
  • Obiettivi ben formati, per pianificare azioni che porteranno al successo.
  • La respons-abilità, il potere di dominare quello che ci accade e metterlo al servizio dei nostri risultati.
  • La ri-conoscenza, come trasformare completamente la nostra vita con un potente metaprogramma.
  • Il Piano Personale di Miglioramento: costruire un piano d’azione concreto per lavorare sulle proprie aree di miglioramento individuate durante il corso di formazione:
    • cosa voglio continuare a fare?
    • Cosa voglio evitare?
    • Cosa voglio iniziare a fare?

Iscrizione online corso

 

Sedi, costi, orari, ... e altre informazioni sui corsi.

 

Corso individuale online o in aula:

Realizziamo il corso di formazione anche in versione individuale:

Corso in azienda:

Richiedi informazioni per fare il corso di formazione presso la tua azienda.

Informazioni | Preventivo

20

+

anni di esperienza

50

+

formatori e consulenti aziendali senior

250

+

corsi in aula / online e team building a catalogo

500

+

aziende Clienti

15000

+

partecipanti