La borsa del partecipante

montagne

Articolo tratto dal libro:

Partecipare ad un corso di formazione aziendale



"Partecipare ad un corso di formazione: come prepararsi, partecipare e mettere in pratica quanto appreso", Gianluca Gambirasio; Claudio Scalco, E-book Olympos Group srl 2011.

Prezzo: €12.

 

 

 

1.6 La borsa del partecipante

«Se perdi un’ora al mattino, la cercherai tutto il giorno». Lord Chesterfield

 

 

L’esperienza di molti corsi ci ha insegnato l’importanza di essere ben organizzati per fronteggiare nel migliore dei modi qualsiasi situazione.
Può rivelarsi utile avere :

  • Fazzolettini di carta.
  • Caramelle.
  • Una cartella con un blocco per gli appunti, penne, evidenziatori. Normalmente nei corsi vengono forniti dei fogli o dei blocchi in A4 bianchi e delle normali biro con scritte promozionali che possono anche andare bene. Ma se vogliamo una “attrezzatura” che risponda alla massima efficacia e comodità è meglio avere:
  • un blocco in A4 a quadrettoni da 0,5 cm. che sono molto comodi per disegnare mappe concettuali, per selezionare parti di foglio, per suddividerlo in aree differenti. Alcuni preferiscono i fogli fissi, altri i fogli staccabili con i quattro fori che danno il vantaggio di poter scegliere un assemblaggio personalizzato degli appunti in termini di cronologia o importanza e permettono inserimenti e ampliamenti successivi.
  • Due penne scorrevoli di due colori differenti, tipo gel o roller: queste non solo scrivono in maniera più fluida, ma permettono in molti casi di sperimentare quel “gusto di scrivere” che per molti è associato proprio al tipo di penna. E abbiamo visto che rendiamo automaticamente di più ogni volta che svolgiamo un’attività che ci piace.
  • Può risultare molto utile un righello da 10 cm. per tutte le volte che abbiamo necessità di disegnare con precisione e cura o vogliamo sottolineare in maniera precisa.
  • Se è consentito registrare, un registratore portatile.
  • Le pastiglie per il mal di testa.
  • Bigliettini da visita in quantità sufficiente. Che sensazione ci provoca il nostro interlocutore quando dice, alla nostra richiesta del biglietto da visita, frasi del tipo: “ho dimenticato i bigliettini da visita”, “mi dispiace, ma ho finito i bigliettini da visita”, o peggio quando tenta di mascherare la mancanza con frasi del tipo “li ho finiti proprio ieri” o peggio ancora “l’azienda non me li ha ancora mandati”?
  • Il cellulare sul quale memorizzare subito nuovi contatti.
  • Un set con spazzolino e dentifricio. Personalmente non potremmo mai rientrare dal pranzo senza esserci lavati i denti. Non è un’abitudine di tutti, e in questi casi a volte si sente.

20

+

anni di esperienza

50

+

formatori

250

+

tipologie di corsi

500

+

aziende Clienti

7500

+

corsisti formati