Partecipare attivamente e positivamente, non perdere occasioni

montagne

Articolo tratto dal libro:

Partecipare ad un corso di formazione aziendale



"Partecipare ad un corso di formazione: come prepararsi, partecipare e mettere in pratica quanto appreso", Gianluca Gambirasio; Claudio Scalco, E-book Olympos Group srl 2011.

Prezzo: €12.

 

 

 

2.1 Partecipare attivamente e positivamente, non perdere occasioni

«Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla». Martin Luther King

 

 

Non perdere nessuna occasione per mettersi in gioco tutte le volte che si può fare. Quando viene chiesto di rispondere a una domanda, quando viene richiesto un parere, quando serve un volontario, quando bisogna fare un esercizio, un test. Mettersi in gioco con grande impegno proprio come se fosse un gioco e lasciarsi coinvolgere al massimo per ottenere il massimo dell’apprendimento (ricordate “il massimo dell’apprendimento avviene facendo esperienza”). Imparare a mettersi in gioco durante i corsi allena una serie di “muscoli mentali” come il coraggio, la determinazione, la fiducia in se stessi, l’immaginazione positiva, la gestione dello stress. E questo “fitness mentale” produrrà automaticamente una serie di benefici successivamente, nella vita dei tutti i giorni, nel lavoro, nelle relazioni, nell’immagine che abbiamo di noi stessi. Accettiamo e chiediamo feedback da parte del docente e degli altri partecipanti. Prendere consapevolezza dei nostri punti forti e delle nostre aree di miglioramento ci permette di usare le nostre energie e il nostro impegno nel più proficuo dei modi. Chi accetta di farsi giudicare è una persona che ha già iniziato a migliorare.
Sintetizzando, alcuni comportamenti da tenere durante lo svolgimento di un corso di formazione sono:

  • rispettare tutti gli orari: inizio, pause, tempo a disposizione per svolgere gli esercizi, ecc.;
  • tenere il cellulare spento (anche se non ci viene chiesto di farlo): oltre ad essere una forma di rispetto nei confronti degli altri partecipanti, serve anche a noi per concentrarci su quello che stiamo facendo. Durante le pause avremo poi modo di ascoltare i messaggi e rispondere. Stessa cosa per quanto riguarda SmartPhone, Black Berry, PC, ecc. Se la vostra azienda e/o il vostro team non riesce ad andare avanti perché tenete il cellulare spento per un massimo di 2 ore vi consigliamo di partecipare subito ad un corso sulla gestione del tempo, sulla pianificazione delle attività e/o sulla delega. Se al contrario abbiamo un motivo per tenere acceso (silenziato) il cellulare, come ad esempio un problema in famiglia o siamo il responsabile della sicurezza del fabbricato in cui si svolge il corso, avvisiamo prima dell’inizio del corso il relatore;
  • partecipare attivamente e contribuire al buon esito del corso rispettando alcune semplici regole:
  • lasciar spazio a tutti di intervenire;
  • cercare di fare interventi il più possibili in linea con il tema affrontato ed essere specifici (non generici);
  • non mettersi a chiacchierare con il vicino e/o con solo alcuni dei presenti escludendo gli altri, fosse anche di un argomento attinente al corso. Facciamo un corso alla volta e tutti insieme.
  • essere sintetici nei nostri interventi, che ci aiuterà tra l’altro a trasmettere con maggior chiarezza il nostro messaggio;
  • se qualcosa non ci è chiaro, chiedere un supplemento di spiegazione;
  • diamoci come volontari nello svolgere esercizi, simulazioni ed altro. I test, gli esercizi fatti singolarmente o in team, le simulazioni, i role play ecc. che vengono proposti durante un corso di formazione rappresentano un’occasione preziosa e per migliorare e imparare a fare in un ambiente protetto senza pagare il prezzo che richiede la vita reale;
  • mettiamo a disposizione del gruppo la nostra esperienza e le nostre conoscenze / capacità. Se ogni partecipante regala anche solo un’idea durante il corso, alla fine saremo tutti più ricchi;
  • aiutiamo il formatore (se lo vediamo in difficoltà e/o troppo morbido) a gestire le dinamiche di gruppo: ad esempio se un collega si dilunga troppo invitiamolo gentilmente a tagliare corto o se un collega diventa polemico, invitiamolo ad essere più costruttivo;
  • ringraziamo sia il formatore sia gli altri partecipanti quando offrono uno spunto e/o un’idea da noi ritenuta utile ed interessante. Oltre a gratificare le persone è anche un chiaro segnale di apprezzamento che sicuramente li incentiverà ulteriormente a lavorare in modo proficuo;
  • se non siamo d’accordo con qualcosa facciamolo presente proponendo il nostro punto di vista. Non fare una sterile critica ma proporre le proprie idee (anche se in contrasto con quelle del formatore e/o degli altri partecipanti al corso) in modo positivo e costruttivo, con l’obiettivo di arricchire il dibattito;
  • fare domande per chiedere approfondimenti sulle tematiche di nostro maggiore interesse.

20

+

anni di esperienza

50

+

formatori

250

+

tipologie di corsi

500

+

aziende Clienti

7500

+

corsisti formati