Esaminare il materiale del corso

montagne

Articolo tratto dal libro:

Partecipare ad un corso di formazione aziendale



"Partecipare ad un corso di formazione: come prepararsi, partecipare e mettere in pratica quanto appreso", Gianluca Gambirasio; Claudio Scalco, E-book Olympos Group srl 2011.

Prezzo: €12.

 

 

 

1.4 Esaminare il materiale del corso

«La vera abilità sta nell’utilizzare tutti i mezzi conosciuti e a disposizione; l’arte, l’ingegno consistono nell’operare malgrado le difficoltà e trovare poco o niente d’impossibile». Napoleone

 

 

Quando si deve seminare, prima si prepara il terreno. La resa delle nostre sementi è proporzionale alla cura e al lavoro che abbiamo riservato alla preparazione della terra.
Abbiamo visto che questo vale anche per il nostro cervello: quante più sono le informazioni, le aspettative e gli stimoli che gli diamo nei riguardi di un certo argomento o di una cosa che vogliamo fare o imparare, tanto più aumenta la sua capacità di concentrarsi, apprendere e memorizzare.
Banalmente, abbiamo sperimentato molte volte nella vita che l’intensità del nostro interesse e della nostra attenzione sono direttamente proporzionali all’intensità della nostra curiosità e della nostra motivazione.
Dopo aver creato il giusto atteggiamento nei confronti del corso, dedichiamo tutto il tempo necessario a esaminare il materiale che abbiamo a disposizione:

  • Titolo, programma, obiettivi.
  • A ogni passo, dopo averlo letto fermiamoci a riflettere e facciamoci domande, tutte le domande che ci vengono in mente. Facciamolo nel modo più creativo possibile. A tutte le domande il cervello darà una risposta più o meno esauriente. Qualsiasi sia la risposta, va bene. Lo scopo è solamente quello di stimolare e incuriosire il nostro cervello e fargli domande è il modo migliore perché questo accada. Non appena durante il corso arriverà una risposta o un argomento correlato a una di quelle domande, la nostra attenzione verrà catturata automaticamente.
  • Recuperiamo nella nostra memoria corsi fatti in passato che presentano analogie con quello che stiamo per fare e chiediamoci in che modo le esperienze passate ci potranno favorire.
  • Leggiamo con interesse eventuali dispense, libri o e-book che ci sono stati inviati.
  • Compiliamo e restituiamo nei tempi richiesti eventuali questionari o test che ci sono stai inviati e che servono a noi e al docente per individuare le aree dove concentrarsi e rendere l’intervento più centrato e interessante.
  • Se veniamo intervistati per una sessione di audit diamo il massimo di collaborazione: nella misura in cui il docente sarà in grado di raccogliere i dati e le notizie che gli servono (stato dell’arte delle competenze, situazione ambientale, aspettative, esigenze, altri corsi fatti in precedenza, ecc.), tanto più sarà preciso nella sua preparazione (e molto probabilmente più efficace).

Considerato che la risorsa tempo è preziosa, può essere conveniente avere sempre a portata di mano il materiale e consultarlo nei tempi improduttivi:

  • Al ristorante mentre si pranza o si cena.
  • Alla sera in albergo.
  • Ogni volta che siamo costretti a rimanere in attesa in un ufficio pubblico, in banca o nello studio di un professionista.
  • Mentre viaggiamo in treno o in aereo.
  • Bloccati in autostrada.

20

+

anni di esperienza

50

+

formatori aziendali

250

+

corsi e team building

500

+

aziende Clienti

15000

+

partecipanti